Home > Argomenti vari > Un senso

Un senso

12 Dicembre 2007

 

Da qualche giorno la città è illuminata da mille luci. I vialoni gocciolano di luci dorate e la grande salumeria Doddis da qualche anno le mette sistematicamente viola…ma dico io!!! I negozi hanno aggiunto la campanella alla porta,così sentono quando qualcuno entra e quando qualcuno esce…per carità, anche un paio di calzini, ma qualcosa l’hanno comprata di sicuro eh!!! C’è un babbo natale ad ogni angolo,per non parlare di quelli appesi per i balconi,che sembrano tanti ladri in procinto di svaligiarti casa (ma questa è storia che si ripete).

A me il Natale mette una tristezza infinita.E sono anni ormai che mi sento così ogni volta, non dico che sia sempre peggio,ma è sempre uguale,quindi non so cosa è peggio! Ogni anno cerco di affrontare questo periodo con uno spirito nuovo,più positiva,mi dico, devi essere più positiva! E addobbo l’albero con un certo entusiasmo iniziale…"Fallo tu l’albero quest’anno che sei più creativa!"…perchè l’anno scorso chi l’ha fatto? Con entusiamo iniziale dicevo, un grappolo d’uva qui, una spiga di grano lì e una palla rossa là…e il panettone sotto. Io odio vedere il panettone per terra,sotto l’albero…che senso ha? Quando l’opera mastodontica è finità, finisce anche l’entusiasmo e quelle luci che si muovono a intermittenza mi smuovono anche i nervi.

Poi arriva il momento del presepe.

La costruzione del presepe è un momento che ormai lasciamo "godere" solo a mia madre, per motivi ovvi e tristissimi, in quanto il nostro presepe è datato "Natale 1987", ultimo Natale di mio fratello, che a soli 6 anni scrisse la sua letterina a Babbo Natale, chiedendogli che gli portasse il presepe. Ora, mia madre non piange più mentre costruisce questo benedetto presepe,ma ogni anno, sistematicamente, ci ricorda che quello fu il regalo tanto desiderato da suo figlio, che guarda caso chiedeva sempre della Madonna, che guarda caso adesso è in cielo e ci mancherebbe che non fosse con la Madonna, mi incazzerei come una bestia! Quindi, il presepe è sacro, guai se non si fa. Che poi io lo so perchè mio fratello voleva il presepe: perchè amava gli animali e diceva sempre che da grande avrebbe voluto una bella fattoria piena di animali da cortile, infatti il presepe era il pretesto in un contesto religioso per poter avere tantissimi animaletti sparsi fra piccole casette e una capanna…infatti i pastorelli si contano con una mano.Ma non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire. A sei anni pensi ai giocattoli, non certo alla sacralità del presepe, come te lo devo dire cara mamma!!!

Però, una cosa del Natale che mi piace molto c’è.

La musica e le canzoni natalizie mi fanno sentire bene.

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. picci
    12 Dicembre 2007 a 17:51 | #1

    E allora dolce Carmen…goditi la musica e le canzoni….che la cosa più importante è prenderci quello che ci fa star bene da ogni situazione.

    Ma il cane nella foto?

    Tenero…non lo avevo notato prima…

    Io ti abbraccio…e sapessi quanto mi piace leggerti…che quando dici che vai via ho sempre una stretta al cuore.

  2. 12 Dicembre 2007 a 18:41 | #2

    anche tu sei dolce, cara amica

  3. 12 Dicembre 2007 a 22:20 | #3

    Ciao, Carmen! Per vari motivi, anche io sono un po’ irritabile in questo periodo dell’anno. Ma sicuramente trovo anche tanti lati positivi, per cercare di viverlo al meglio e il più positivamente possibile. Un po’ come fai tu. Un abbraccio grande! Baci da Pen

  4. 13 Dicembre 2007 a 11:52 | #4

    Daje cò sti post chilometrici…

  5. 13 Dicembre 2007 a 13:37 | #5

    vivo le tue stesse sensazioni riguardo questo periodo… oggi in giornata pubblicherò un post in cui spiego il perchè…mi è difficile anche scrivere certe cose ma voglio farlo, forse cosi potrò liberarmi in un certo senso…

  6. 13 Dicembre 2007 a 14:02 | #6

    Anche io ho scritto un post sul Natale, si vede che è proprio il periodo :)

    Un dolce abbraccio.

  7. 13 Dicembre 2007 a 15:10 | #7

    ciao bella, indovina? son proprio a messina oggi.

    è quasi finita la mia pausa pranzo e si torna a lavorare…

    da ora in poi ti immaginerò con l’uncinetto in mano ;) )

  8. 13 Dicembre 2007 a 15:25 | #8

    Bhè…mi è difficile commentare un post così disarmetamente sincero…con una vena di dolore, ma anche con ironia…e dolcezza…e allora ti lascio un abbraccio….:-)

  9. 13 Dicembre 2007 a 15:42 | #9

    ho un bimbo di 6 e uno di 4 anni io.

    il natale non lo passeremo insieme perché saro’ al lovoro.

    lo faccio anche per loro ma questo tuo post mi fa molto pensare…

    sarà un natale non vissuto insieme.

    un natale che non tornerà più.

    dai un bacio a tua madre da parte mia,

    sincero

    one

    ps della sabbia ne ho anche le palle piene!!!!

  10. one
    13 Dicembre 2007 a 15:58 | #10

    scusami non ho finito.

    io questo tuo sentire vi é una venatura di rabbia.

    la rabbia verso un dolore mai sopito.

    rabbia che in certi momenti viene a galla.

    la rabbia di un perché che non avrà mai spiegazione.

    la stessa inquieta rabbia che per motivi diversi é anche mia.

    questo natale lo passero’ anch’io a casa tua. eh?? (io amo il presepe mi ricorda quand’era bambino e vivevo in un mondo fanatstico.

    mi piace pensarla cosi’ anche per il tuo fratellino: passato da un mondo fantastico ad un atro…ma sempre con un mondo di animaletti nel cuore).

  11. one
    13 Dicembre 2007 a 16:04 | #11

    mi hai fatto commuovere tanto sorellona mia.

    un abbraccio

    luca

  12. one
    13 Dicembre 2007 a 16:20 | #12

    bacio

    luca

  13. one
    14 Dicembre 2007 a 9:54 | #13

    buongiorno

  14. one
    14 Dicembre 2007 a 10:42 | #14

    si puo’ partire con la valigia o con il cuore…ma é sempre un po’ morire…

    one

    Edmond Haracourt

    ” Partire è un po’ morire

    rispetto a ciò che si ama

    poiché lasciamo un po’ di noi stessi

    in ogni luogo ad ogni istante.

    E’ un dolore sottile e definitivo

    come l’ultimo verso di un poema…

    Partire è un po’ morire

    rispetto a ciò che si ama.

    Si parte come per gioco

    prima del viaggio estremo

    e in ogni addio seminiamo

    un po’ della nostra anima. ”

  15. r t
    14 Dicembre 2007 a 11:13 | #15

    ciao carmen – a me i tuoi “post chilometrici” piacciono ecco. sarà roba di persona? che poi se uno non ha vogliaa di leggere ecc… non deve mica lasciarlo per forza il commento no? che poi uno che ne sa che c’è nel post insomma, magari non c’è niente perché c’è gente che parla parla parla e non dice e però come fai a saperlo insomma, se c’è un pezzo di te è davvero brutto sì davvero molto brutto già.

    (però le canzoni natalizie mi sa che non mi piacciono quanto il panettone sotto l’albero – è che ho uno di quegli alberelli minuscoli qua ecco cos’è).

  16. 15 Dicembre 2007 a 11:29 | #16

    bella, effettivamente ieri sera sono uscita, ma è stata una serata strana, c’era una specie di corteggiatore che non si capiva dove voleva andare a parare e dire che ne ho visti di tipi strani…

    e tu che hai fatto di bello?

  17. 15 Dicembre 2007 a 20:30 | #17

    Non sapevo di tuo fratello.. la cosa mi rattrista molto.. io adoro il presepe.. non so, onestamente, se lo lego al sacro.. forse no.. è una rappresentazione del mondo, che amo molto e mi rilassa

  18. titania
    15 Dicembre 2007 a 20:34 | #18

    stiamo proprio messe male,

    io è dalle 14 che sono in giro e sono stanca, sono passata dall’ufficio x fare un favore ad un amico… vorrei andare a riposare ma ho i capelli nuovi(stavolta la mia parrucchiera è stata proprio brava) e vorrei portarli in giro, mah vediamo.

    buona serata.

    un bacio

  19. 16 Dicembre 2007 a 2:50 | #19

    :: Sarò controcorrente ma a me le lucette di Doddis piacciono… ma mica è una salumeria però… e poi quest’anno avrebbe anche senso a metterle viola, in ricordo del vecchio Doddis scomparso quest’anno. ma lasciamo perdere. IL natale mi fa lo stesso effetto che fa a te.. e puoi ben capire che quest’anno sia decisamente peggio. Ma cerco di sopravviverci.
    Giusto stasera mi son detto di non restare a casa…e… taaaac… acqua. Si può? Uscito lo stesso. ma non ho fatto assolutamente niente.

    E comunque ti puoi iniziare a preoccupare. perchè sbagli… le cose non vanno meglio. Sono solo dei piccoli frammenti che non voglio vadano via. Voglio che qualcosa resti. Voglio che non svanisca tutto. NOn avrebbe senso. SOlo che non so come fare. Ci provo…

    Un bacio e grazie. ::

  20. 16 Dicembre 2007 a 15:58 | #20

    Ciao carmen…passavo di qui…ti lascio un sorriso…:-)

  21. 16 Dicembre 2007 a 17:45 | #21

    La parola da digitare è buio. Tutta quella luce fa meno buio. Sarà così? mia figlia si chiama Nataline. Ma solo perchè è nata il 24 Dic. Sai è un bel regalo ogni anno. Allora Babbo Natale magari esiste?!

    David.

  22. 17 Dicembre 2007 a 7:16 | #22

    com’é???

    ancora freddo fuori???

    e nel tuo cuore…???

    hai già pensato al mio regalo per natale???

    one

  23. 17 Dicembre 2007 a 10:18 | #23

    è come se lo avessi fatto anche qua, e non so se ci avrebbe mai pensato, insomma se è cosi sentito da te che sia no?

    amen per i pastorelli o per i pupazzi vari, che ogni anno compaiono e spariscono magicamente ,come se ogni anno è lo stesso anno( sai che pena però).

    però mi spiace che ti porti un pò di tristezza, tu fa una cosa,anzichè sperare che l’anno prossimo sia meglio e quindi auguri di qua auguri di la, semina i grazie per l’anno che sta per finire, no?

    (scordando il bruttino,magari che è capitato, se è capitato.

    )

    ok vado ora, che fa freddo qua…sarà il natale.

    ciaooo

  24. 17 Dicembre 2007 a 17:58 | #24

    Mah…
    c’è bisogno di parlare del natale?

    Se ti rattrista… non parlarne, non pensarci…
    Renditi la vita più semplice e non complicarla gratuitamente…

    Bye

  25. 17 Dicembre 2007 a 19:26 | #25

    Senti acidella…se non scopi, non è colpa di chi passa vicino a te ok?Cerca di stare Calma…Il post non l’ho letto e se ti è così difficile… non venire a commentare…Altra cosa: io faccio ciò che voglio… non commento per far piacere a qualcuno…E scopa ogni tanto… anche con un uomo gonfiabile ma scopa…

    Carmen per Mr Charles: Sei proprio stomachevole e non elimino il tuo commento perchè tutti possano vedere quanto…

    Carmen

  26. antonio76
    17 Dicembre 2007 a 20:18 | #26

    Ciao Carmen, ti ho invitata a teatro ! (quando puoi passa da me..)

  27. 17 Dicembre 2007 a 21:22 | #27

    Grazie Carmen!

    Grazie di cuore!

    Grazie perché la tua intelligente sensibilità ha capito che il mio é solo un bisogno d’amore.

    Grazie perché sai esserci.

    Grazie perché sai fare in modo che mi ritrovo ad augurarmi che tu trovi un amore da farti girare a 1000 la testa.

    Grazie per l’onore che mi fai chiamandomi fratellone.

    Grazie perché da te sono di famiglia.

    Grazie perché con la mia fantasia un po’ del Natale lo passero’ a casa vostra (che si mangia????).

    Grazie perché mi sembra di conoscerti da una vita.

    Grazie perché hai una sorella fantastica.

    Grazie perché mi sta simpatico tuo fratello e il tuo fratellino che gioca con gli animali della fattoria…

    Grazie per i sogni che hai…

    Grazie perché avere un’amica come te…é per uno come me un miracolo…

    ti stringo forte (e per favore fai finta di non capire che sono commosso).

    luca

    ps il libro (prestatomi da mia sorella) é “il piano infinito” della Allende. Bello veramente…

  28. one
    17 Dicembre 2007 a 21:52 | #28

    si ma che si mangia????

    questa sera sarai tra le parole del mio libro…chi sa che “il piano infinito” della vita un giorno non ci faccia incontrare…

    ti stringo

    luca

    ps promettimi che non riderai!!!

  29. one
    17 Dicembre 2007 a 21:55 | #29

    ma perché hai tolto la foto con il tuo cane???

    mi piaceva un sacco!!!!

    luca

  30. one
    18 Dicembre 2007 a 7:13 | #30

    fai bene!!

    non sempre il virtuale é frequentato da “brava gente”!

    buona giornata

    one

I commenti sono chiusi.